Non un semplice
festival...

Da un'idea dell'Architetto Aldo Imer, giunto alla sua XI edizione Torri in Festa Torri in Luce non è un semplice Festival, ma un progetto: sempre più sostenibile, attento al passato, ma proteso al futuro.

La nuova frontiera dell’offerta culturale si muove verso la contaminazione fra le diverse forme d’arte e l’uso dell’espressione artistica per offrire servizi sempre più aderenti ai processi di apprendimento dei diversi target di domanda, diventa strategico pertanto far si che la kermesse culturale, nelle sue diverse forme, si racconti nei contenitori di pregio artistico e nei luoghi della cultura legati alle tradizioni locali ed ambientali (torri, castelli, centri storici, borghi, paesaggi rurali etc...), per diffonderne l’immagine e rendere i monumenti isolani un punto di riferimento vivo del sistema culturale regionale, nazionale ed internazionale.

“Ogni opera architettonica porta con sé i segni del tempo. Conserva le memorie e le tradizioni, si innesta nel paesaggio e cambia insieme all’ambiente circostante. Per questo progettare significa innanzitutto prendersi cura del territorio e dei suoi abitanti.”

Renzo piano

XI Edizione:
“Un nuovo Umanesimo: Cura e Innovazione”

Curare l’ambiente, le acque Curative, l' Architettura che Cura, la Cura del dettaglio, la Cura del patrimonio storico e architettonico, l’etica della Cura: la Cura quindi come prevenzione ed innovazione, questo è il tema di Torri in festa Torri in luce 2021.

Si mira a considerare, analizzare e promuovere l’approccio curativo dell’Architettura, anche dal punto di vista psicologico, e più generalmente in un’ottica olistica, di complessivo benessere psicofisico. Superando quindi il concetto di sola’architettura di necessità, e mirando ad un’architettura della trasformazione, in grado di Curare le migliori istanze psichiche di ogni essere umano, di portare bellezza, salute e armonia.

01. Tutela Tutela Incentivare l’educazione alla tutela ed al recupero del patrimonio culturale e Paesaggistico del Mediterraneo, inteso come strumento di sviluppo e come importante eredità culturale da salvaguardare e sensibilizzare nel tempo. 02. Centralità Centralità Restituire a Ischia una sua centralità (hub) nelle dinamiche euro-mediterranee, da cui possono svilupparsi occasioni di scambio e di collaborazione nell’ambito culturale, turistico e in altri settori dell’economia, promuovendo un’immagine diversa dell’isola. 03. Legame Legame Divulgare il forte legame tra l’architettura, l’arte, il restauro, il design, il teatro, la musica, la danza, la moda, le arti visive ed i prodotti dell’enogastronomia che rappresentano alcune tra le espressioni tipiche della cultura mediterranea. Torri in luce Torri in festa

La storia
della Manifestazione

La manifestazione culturale nasce nel 2010, operando un’analisi territoriale che permette di evidenziare i punti di forza e di unicità del patrimonio naturale storico e architettonico che caratterizzano l’isola di Ischia, crea occasioni mirate alla loro conoscenza, valorizzazione e fruizione.

Attraverso talks, mostre, performance, workshop e visite guidate, la rassegna si prefigge l’obbiettivo di promuovere l’identità territoriale con modalità finalizzate all’informazione ed al coinvolgimento dei cittadini e dei diversi Enti territoriali che operano nel settore. Il tutto perseguendo un’ottica orientata al concetto di immagine coordinata, quale strumento capace di consolidare e salvaguardare il “Genius loci”, ovvero il senso di appartenenza che permette di conoscere e rispettare gli aspetti naturalistici, storici e culturali del luogo in cui si vive.